• Gole del Raganello
    Gole del Raganello Cosenza | Italia :: ph. Luca D'Alba
  • Fosso Pito
    Fosso Pito Ascoli Piceno | Italia :: ph. Pietro Torellini
  • Bras Rouge
    Bras Rouge Ile de la Réunion :: ph. Federico Maggiani
  • Barrosas Canyon
    Barrosas Canyon Flores | Azzorre :: ph. Anna Custo
  • Valle Usella
    Valle Usella Verbania | Italia :: ph. Roberto Schenone
  • Clue d'Amen
    Clue d'Amen Alpes-Maritimes | Francia :: ph. Manuela Esposito
  • Torrente Baes
    Torrente Baes Brescia | Italia :: ph. Ugo Peroglio
  • Val Progero
    Val Progero Ticino | Svizzera :: ph. Mirko Antonioli
  • Volarja Canyon
    Volarja Canyon Tolmin | Slovenia :: ph. Michele Zanin
  • Torrente Saitta
    Torrente Saitta Messina | Italia :: ph. Michele Di Bella
  • Gole del Raganello
    Gole del Raganello Cosenza | Italia :: ph. Luca D'Alba
  • Ogliana Quarata
    Ogliana Quarata Verbania | Italia :: ph. Guido Armaroli
  • Ha Canyon
    Ha Canyon Creta | Grecia :: ph. Luca Dallari
  • Lodrino inferiore
    Lodrino inferiore Ticino | Svizzera :: ph. Roberto Schenone
  • Otxi Mdinare
    Otxi Mdinare Colchide | Georgia :: ph. Francesco Radicchi
  • Takamaka Canyon
    Takamaka Canyon Ile de la Réunion :: ph. Manuel Aragón
  • Rio Margherita
    Rio Margherita Bolzano | Margherita :: ph. Erwin Kob
  • Torrente Saitta
    Torrente Saitta Messina | Italia :: ph. Michele Di Bella
  • Torrente Casenda
    Torrente Casenda Sondrio | Italia :: ph. Mirco Rossi
  • Rio San Matteo
    Rio San Matteo Brescia | Italia :: ph. Ugo Peroglio
Scuola Nazionale Canyoning Progetto ProCanyon Shop Online Catasto delle forre italiane AIC Wiki - l'enciclopedia del torrentismo by AIC AIC tivi su Yotube - i video dei soci Info Canyon by AIC - il forum di torrentismo in Italia Pagina Facebook - Associazione Italiana Canyoning
  

 

Catasto AIC

CN015

Comune

Ormea (CN) Liguria

Quote

Ingresso 916 mt

Uscita 778m t

Dislivello 138mt

Sviluppo 500mt

Tempi

Navetta 1,8 Km
Avvicinamento 5'

Progressione 2h30'

Ritorno 15’

Interesse

Regionale

Difficoltà

v3 a1 II

Numero calate

12, calata più alta 12 metri

Corde consigliate

2 da 30 m

Periodo

primavera ed autunno dopo piogge

Vie d'uscita

Nessuna

Materiali

Muta

Cartografia

IGC-Torino - 1:50000 - Alpi Marittime e Liguri -Tavola n15 “Albenga-Savona)

Coord. punto d'accesso al greto

 

Coord. punto d'abbandono del greto

 

 

 

 

Presentazione

 

E’ il classico percorso per cui vale il detto che “sfilata la corda dal primo armo non resta che giungere sino in fondo”. Si tratta infatti di un itinerario incredibilmente e inaspettatamente inforrato dove purtroppo l’acqua non fa troppo da padrona. Scegliere quindi un periodo successivo a buone precipitazioni. Tuttavia anche in mancanza d’acqua la suggestione di un ambiente dantesco è sicuramente motivo di giusto richiamo per questa forra.



Accesso:

 

Per chi proviene dalla zona costiera:

 

dalla Autostrada dei Fiori A10, uscire ad Imperia Est e svoltare a dx sulla SS28 in direzione Torino. Da Genova possibilità di uscita dall’autostrada ad Albenga per raggiungere la SS28 all’altezza di Pieve di Teco. Passato il Col di Nava e superato Ponti di Nava si giunge all’abitato di Cantarana dove si deve svoltare a destra in direzione del Colle di Caprauna (SP216). Superato il fiume Tanaro si posteggia poco dopo sulla dx in prossimità di un deposito ANAS. Dal parcheggio a valle si prosegue per circa 2 km in salita (tornante). Superato un colletto la strada scende e si posteggia in prossimità del ponte che supera il rio nei pressi della frazione Luvotti vicino all’abitato di Prale.

 

Per chi proviene dal Piemonte:

 

dalla Autostrada TO-SV A6 Uscire a Ceva e svoltare a dx sulla SS28 direzione Imperia, oltrepassati gli abitati di Garessio ed Ormea, si giunge a Cantarana dove si svolta a sx in direzione Colle di Caprauna; seguire indicazioni precedenti

 

 

 

 

 

Avvicinamento: dal posteggio del ponte si prende un tratturo in sponda sx (segnavia procanyon bianco/azzurro) e in 5’ si giunge ad un antico ponticello dove il rio inizia ad infossarsi ed ove si scende nel greto

 

Descrizione: dodici calate in genere molto basse in ambiente eccezionalmente incassato. La suggestione di muoversi in ambiente incredibilmente selvaggio certamente non manca. Dopo temporali eventualità di percorrerlo in acqua con possibili passaggi sportivi.

 

 

 

Rientro:Terminata la parte incassata si segue il torrente dapprima sulla dx orogrfafica per poi attraversarlo (segnavia procanyon bianco/azzurro) portandosi in sponda sx e passando sotto una bella e difficile falesia di arrampicata sportiva, per giungere attraverso il bosco alla strada in prossimità del parcheggio a valle.


Note: ci sono stati segnalati casi di furti nelle auto posteggiate a valle. In alternativa al parcheggio indicato si possono lasciare le auto in zona più sicura, tra le case di Cantarana.

 

Category: Procanyon - forre

Carrello - Cart

 x 
Cart empty

In casa nostra

  • Preghiera per tutti
    È un momento orribile questo, siamo di nuovo a piangere persone e a fare elenchi che nessuno vorrebbe dover fare. Si stanno dicendo tante cose in questo momento, purtroppo non tutte esatte, facendo confusione...
    Leggi tutto...
  • il nuovo direttivo AIC
    Da qualche settimana il direttivo neo eletto ha iniziato a lavorare, tra le prime cose ha formalizzato, non senza qualche difficoltà, le cariche istituzionali:
    Presidente: Luca Dallari Vice...
    Leggi tutto...
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8