Asola di bloccaggio e controasola di sicurezza su mezzobarcaiolo

Da aicwiki.
Versione delle 15:29, 29 gen 2013, autore: Paolo.giannelli (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Indice

Obiettivo:

bloccare il nodo mezzobarcaiolo, con la corda in tensione, in modo da poterla sbloccare anche sotto carico.

Realizzazione:

  • Eseguire un nodo mezzobarcaiolo in posizione di calata
  • Impugnare la corda di manovra, il più vicino possibile al moschettone, con il pollice rivolto verso il basso e il mignolo dalla parte del moschettone
  • Ruotare la mano verso l’alto, per formare un’asola
  • Ruotare la corda scarica intorno a quella di calata e infilare un doppino nell’asola
  • Stringere il nodo contro il moschettone
  • Eseguire infine una controasola di sicurezza con il doppino, facendo un nodo semplice intorno alle due corde nello stesso verso del doppino

Osservazioni:

  • È importante che l’asola sia eseguita ben vicina al mezzo barcaiolo, per evitare la calata del carico quando il nodo va in tensione
  • Nell’esecuzione della controasola, prestare attenzione alla corretta esecuzione del nodo semplice: la corda deve entrare dall’alto, altrimenti si ottiene un finto nodo.
  • La controasola correttamente eseguita si presenta verso il basso e può essere utile come ulteriore ancoraggio in alcune situazioni di autosoccorso

Sbloccaggio della controasola e dell'asola

  • sciogliere ovviamente prima la controasola
  • tirare la corda scarica per disfare l’asola di bloccaggio, accompagnando con la mano l’asola, per evitare la formazione di un “ricciolo”, che renderebbe altrimenti impossibile lo sblocco
  • alla fine, togliere le dita dall’asola (!) e tirare con un colpo secco
  • non mollare assolutamente la corda di manovra, poiché ora siete voi a tenere il carico!


Sequenza fotografica

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti
Categorie